Per ricevere la Newsletter

iscriviti qui


Ricevi HTML?

Sociale

Pesca, Damascelli (FI) annuncia mozione:“Grido di dolore del comparto, Governo riveda sanzioni pesantissime”

By Galileoh getyourpaydaytoday.co.uk

“Non possiamo non ascoltare il grido di dolore che si leva dal settore ittico: la pesca rappresenta un’attività identitaria per la Puglia e versa in uno stato di drammatica criticità, acuita soprattutto da una recente normativa statale che affonda il comparto con oneri e sanzioni gravi e ingiuste.
Per questo, come Consiglio regionale, ritengo ed auspico un’azione condivisa a sostegno di tutti i lavoratori occupati e degli armatori, richiedendo al governo nazionale un revisione immediata della legge 154/2016”.
Così Domenico Damascelli, consigliere regionale di Forza Italia, che oggi ha partecipato alla manifestazione degli operatori del settore che si è tenuta presso il porto di Mola di Bari.
“L’Unione Europea –aggiunge- ha emanato dei Regolamenti sul “Controllo Pesca”, prevedendo una serie di gravosi ed onerosi obblighi ai quali si aggiunge l’istituzione di un sistema sanzionatorio i cui importi, però, sono stabiliti dagli Stati membri.
E veniamo, quindi, alle pesantissime sanzioni imposte dallo Stato italiano, che stanno strozzando il comparto soprattutto in Puglia: si pensi, per esempio, che detenere a bordo 5,7 kg di prodotto sottomisura può comportare una sanzione amministrativa di 5 mila euro.
Un esempio, fra tanti, che chiarisce l’assurdità di importi sproporzionati e tragicamente costosi previsti in Italia anche per infrazioni minime.
Sanzioni che arrivano alla revoca definitiva della licenza di pesca in caso di raggiungimento del totale dei punti assegnati per ciascuna infrazione.
Ma gli obblighi per le attività sono diversi: dalla pesatura del pescato al momento dello sbarco alle sanzioni salatissime in caso di cattura accidentale di talune specie, dal divieto di detenere a bordo più di un attrezzo di alcuni inseriti in apposito elenco (come lenze, sistemi di ferratura…) alla comunicazione all’autorità marittima dell’imbarco e dello sbarco di questi strumenti.
Come è evidente, i problemi sono tanti e come Regione a forte vocazione peschereccia, abbiamo il dovere di far nostro l’appello delle marinerie.
Nei prossimi giorni –conclude Damascelli- presenteremo una mozione consiliare per tutelare l’importante settore economico”.
Designed by Dionix & Angelo Acquaviva