Per ricevere la Newsletter

iscriviti qui


Ricevi HTML?

Sociale

Concorso Ripam Puglia, Damascelli (Fi): “Ancora incertezze e intanto si continua ad assumere esterni”

By Galileoh getyourpaydaytoday.co.uk

“Siamo profondamente stupiti da quanto appreso oggi in Commissione sul concorso Ripam Puglia.

Chiedevamo lumi all’assessore al personale e vicepresidente della Giunta regionale il quale, però, ha affermato che non dev'essere lui a poter rispondere sull’infornata costante di consulenti e collaboratori, bensì il presidente Emiliano.

Visto, però, che qui in Puglia Emiliano ormai bazzica molto poco, è legittimo domandarsi chi stia guidando la Regione”.

Così il consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli.

“In particolare –aggiunge- ponevo la questione dell’arruolamento di personale esterno nelle agenzie ed enti regionali. Già, perché mentre chi ha partecipato ad un pubblico concorso è ancora in attesa della sua legittima assunzione, in altri casi si utilizzano corsie evidentemente privilegiate per le collaborazioni e consulenze esterne.

Ed è evidente che qualcosa non quadra, non possiamo accettare la favola che i componenti della Giunta non abbiano potere di formulare precise direttive alle agenzie e agli enti regionali, ma chi pensano di prendere in giro? Peraltro, su questo fronte la Giunta ha smentito se stessa: la mozione approvata a luglio 2016 dal consiglio regionale stabilisce che il governo pugliese avrebbe dovuto inviare precise direttive e linee guida a tutti gli enti regionali, indicando la priorità assunzionale degli iscritti alle graduatorie Ripam Puglia.

Così, purtroppo, non è stato. Urge tornare sui binari della trasparenza e della legalità, rispettando la Costituzione, che prescrive che nella pubblica amministrazione si entri tramite concorso pubblico, ed il testo unico del pubblico impiego. Urge che la giunta approvi il fabbisogno triennale 2017-2019.

Il centrosinistra pugliese sta prendendo in giro cittadini meritevoli e noi non ci stiamo ad assistere alla distribuzione di incarichi e a reclutamenti senza il crisma della selezione pubblica "vera" ed aperta a tutti, come nel caso che abbiamo denunciato per l'Ipres.

È una vergogna di cui la Giunta e un governatore, in altre faccende affaccendato sono responsabili perché, forse, assumere esterni conviene per rinsaldare i rapporti elettorali di qualcuno".

Designed by Dionix & Angelo Acquaviva