Per ricevere la Newsletter

iscriviti qui


Ricevi HTML?

Attività politiche

Damascelli (FI): “Trasporto pubblico pugliese, nessun concreto piano di interventi strutturali da parte della Regione”

By Galileoh getyourpaydaytoday.co.uk

"Soprattutto dopo l'assurda tragedia accaduta sui binari tra Andria e Corato il 12 luglio scorso, evento drammatico che ancora occupa costantemente i nostri cuori e le nostre menti, era doveroso che oggi l'assessore ai Trasporti e alla Mobilità della Regione Puglia relazionasse, all'attenzione del Consiglio regionale, in merito alle prospettive e alla criticità del Trasporto Pubblico Locale pugliese.
Lo abbiamo ascoltato con interesse, ma non retrocediamo di un millimetro rispetto ai nostri rilievi sulle evidenti e oggettive manchevolezze del servizio di trasporto offerto ai cittadini".
Lo dichiara Domenico Damascelli, consigliere regionale di Forza Italia, intervenuto oggi durante i lavori del Consiglio.
"Sull'incidente di luglio –ha detto l'esponente forzista in aula-, volutamente, per spirito di responsabilità e grande struggimento per il dolore derivato da un disastro senza precedenti, non abbiamo proferito parole che potevano essere equivocate.
Ovviamente, chiediamo l'assunzione di responsabilità alle istituzioni e l'impegno a garantire, nel più breve tempo possibile, le risposte che i nostri cittadini, a partire soprattutto dai familiari delle vittime, reclamano a proposito dell'accaduto.
Siamo inoltre certi del buon esito del lavoro della magistratura.
In più, a livello politico-amministrativo, ci siamo chiesti se vi sia stata una corretta capacità di utilizzo dei fondi a disposizione sul tema delle infrastrutture ferroviarie e se non si sia perso eventuale tempo prezioso non bandendo gare di appalto".
"Ci chiediamo poi a che punto si sia relativamente all'ammodernamento infrastrutturale delle nostre strade continua Damascelli-.
In commissione abbiamo assunto un atteggiamento costruttivo verso provvedimenti che prevedevano nuovi lavori e migliorie, eppure, si pensi al caso della 231 nel tratto Bitonto-Modugno ancora senza spartitraffico, parrebbe che all'Anas non sia giunta alcuna proposta da parte della Regione.
A che gioco giochiamo?".
"Senza tralasciare il caso del porto di Bari, in crisi a causa di una contrazione del flusso dei crocieristi, per cui appare indispensabile un vero piano di rilancio e riqualificazione, un capitolo a parte meriterebbero gli incresciosi scandali delle Sud Est, caratterizzate da pessima gestione, scarsissima qualità del servizio offerto ai cittadini, vistoso e disinvolto malcostume da parte dei dirigenti: un caso ormai nazionale, che ha fatto precipitare l'immagine della Puglia sul fronte dei Trasporti, un'autentica e scottante questione morale", ha sostenuto il consigliere.
Ancora Damascelli: "Come non sollevare, inoltre, quanto accade ai diversabili di Puglia, cui non è ancora garantito un servizio efficiente sul territorio?
Pochi sono i mezzi senza barriere architettoniche: credo si tratti di una vera forma di ingiustizia sociale, che va necessariamente e quanto prima eliminata".
Infine: "Oggi avremmo voluto ascoltare una relazione sui Trasporti in Puglia con un crono-programma degli investimenti e la relativa indicazione di interventi, date di inizio dei lavori, tempi di realizzazione, date di conclusione, stanziamento dei fondi e utilizzo degli stessi per l'ammodernamento strutturale del Servizio di Trasporto Pugliese.
Invece, niente. Auspichiamo che la Giunta Regionale, assieme al Consiglio, si adoperi al più presto per far sì che i Trasporti non siano più, per il nostro territorio, un motivo di disonore, come avviene spesso e in tanti casi, ma ragione di orgoglio e che servano veramente la nostra comunità, i pugliesi e chi raggiunge la nostra straordinaria Terra".

Designed by Dionix & Angelo Acquaviva